edizione: lun, Lug 25th, 2016

Acqua a Caposele, è scontro

Antonio Cione1Il capogruppo di opposizione Antonio Cione, all’attacco del sindaco. Dubbi sulle perdite,la convenzione, la politica di risparmio idrico.

L’interrogazione ex art. 30 dello Statuto comunale è stata presentata al sindaco Pasquale Farina e porta la firma del capogruppo consiliare Antonio Cione. Causa del contendere l’acqua, la rete idrica, le perdite. La premessa è già un atto d’accusa molto forte, da parte di Cione, quando rivolgendosi al sindaco, dice: << A dispetto delle proteste della popolazione e disattendendo pareri legali, ha voluto imporre con 9 voti su 17 la convenzione del 2012; in forza di tale accordo, il Comune, per alimentare la propria rete acquedottistica , deve acquistare a propria acqua (sic!) dall’AQP spa e sostenere tutto il carico per la manutenzione della rete idrica e fontana_michelemerolafognaria comunale; che il costo dell’acqua che consumiamo, computato a prezzi pugliesi, viene corrisposto mediante decurtazione dai 1.350.000,00 euro annui pattuiti quale compenso concesso dall’AQP Spa per farci, di fatto, affermare la non titolarità dei 360 l/s in capo al Comune di Caposele>>. Cione passa alle considerazioni, quando afferma: <<Decurtate le spese di acquisto dell’acqua e quelle di gestione della rete idrica e fognaria (prima a carico dell’AQP) dei 1.350.000,00 euro, resta poco o niente nelle casse comunali. Ancora, per conseguire risparmio idrico, il Comune <<ha addirittura imposto i rubinetti comandati ai secolari fontanini  (altro che città di sorgente…) ed emanato ordinanze di limitazione dell’uso dell’acqua potabile, ritenuto che ciò nonostante permarrebbe un consumo di circa 100 l/s di acqua, senza significative variazioni tra notte e giorno o tra mesi estivi ed invernali, prova fontana2evidente dell’esistenza di perdite della rete idrica comunale presa in gestione>>.
Il capogruppo ricorda che l’acquedotto comunale serve anche immobili che sono ubicati fuori del territorio del Comune di Caposele. In base a tutti questi elementi il dottore Cione chiede di sapere << se è stato eseguito un censimento degli attacchi idrici fatti effettuare per immobili siti in territorio di altri Comuni limitrofi; in base a quali titoli gli stessi sono stati operati; se sono a norma; quale corrispettivo corrispondono a nostro Comune per il servizio reso>>. Nella stessa interrogazione, chiede di sapere quale attività il sindaco ha posto in essere per verificare le perdite della rete idrica comunale.
<<Poiché le perdite ed i suindicati emungimenti extracomunali comportano evidenti e cospicui danni erariali per le cassa municipali>>, Cione invita il sindaco di Caposele <<a voler disporre con urgenza le attività ed i provvedimenti richiesti>>. Il capogruppo attende una risposta scritta.

Redazione
Il Quotidiano del Sud 25/07/2016

About the Author

-

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.